L' attentato. Critica della ragione paranoica eBook

Daddyswing.es L' attentato. Critica della ragione paranoica Image

ISBN: 9788854519985

NOME DEL FILE: L' attentato. Critica della ragione paranoica.pdf

DIMENSIONE: 3,79 MB

Dai tanti imperatori romani periti di morte violenta, all’assassinio di John F. Kennedy fino all’attacco alle Twin Towers, Schneider elabora la sua «critica della ragione paranoica» dell’attentatore attraverso una suggestiva ricostruzione che coniuga abilmente indagine filosofico-politica, storia delle idee e psichiatria. "Non il dubbio, è la certezza ciò che ci rende pazzi" - Nietzsche, Ecco Homo «L’attentato è il demone delle utopie liberali»: così suona un’affermazione di questo libro che avanza una suggestiva interpretazione della «ragione paranoica» che guida gesti e pensieri degli attentatori nell’epoca delle democrazie liberali. L’entrata in scena della figura dell’attentatore ha di certo una storia millenaria. Quello che può essere considerato l’archetipo di ogni attentato politico, l’assassinio di Gaio Giulio Cesare, risale al 44 a.C. È tuttavia noto che il numero degli attentati nel mondo occidentale è cresciuto da quando gli Stati d’Europa e d’America si sono sottoposti alle leggi, alle limitazioni e agli obblighi di trasparenza della democrazia e della divisione dei poteri. Più Stato e governo si mostrano, nella modernità, trasparenti, più il sospetto che tutto ciò che accade non sia altro che teatro, gioco di maschere, sapiente inganno, segue il potere come un’ombra. Interrogando questo apparente paradosso, Schneider propone in queste pagine la sua affascinante tesi: nell’epoca della modernità, la «ragione paranoica» dell’attentatore svela la patologia stessa della politica. Abbandonata alla contingenza e alla casualità delle sue disposizioni, la politica esibisce, come contraltare, quella che Kant definiva una «forza immaginativa che lavora sul falso». Nella figura dell’attentatore questa forza immaginativa, o «ragione paranoica», risponde alla crescente complessità del mondo politico moderno con monotone spiegazioni riferite sempre a una sola causa: accusa gli ebrei, il capitale, il padrone, la stampa, i maschi, i massoni, il sesso, i comunisti, l’Occidente, i geni, il cervello, il male. In quella dello Stato liberale, che vorrebbe essere il regno del razionale, del regolativo, del calcolabile, del normativo e si ritrova, invece, ad avere costantemente a che fare col casuale, il contingente, l’imprevedibile, la «ragione paranoica» alimenta legioni di pianificatori, aruspici e servizi segreti che osservano i multiformi nemici del potere o, se mancano, li inventano: partiti rivoluzionari, gruppi radicali, terroristi con motivazioni politiche o religiose, Stati nemici. Una gigantesca attività, che costituisce il sistema corrispondente, la controparte, del terribile sospetto che leva il sonno all’attentatore. Dai tanti imperatori romani periti di morte violenta, all’assassinio di John F. Kennedy fino all’attacco alle Twin Towers, Schneider elabora la sua «critica della ragione paranoica» dell’attentatore attraverso una suggestiva ricostruzione che coniuga abilmente indagine filosofico-politica, storia delle idee e psichiatria.

Abbiamo conservato per te il libro L' attentato. Critica della ragione paranoica dell'autore Manfred Schneider in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web daddyswing.es in qualsiasi formato a te conveniente!

L ATTENTATO CRITICA DELLA RAGIONE… - per Fr 19,01

L'attentato. Critica della ragione paranoica è un libro di Schneider Manfred pubblicato da Neri Pozza nella collana I colibrì - ISBN: 9788854510906

Processo civile per l'attentato di via Rasella - Wikipedia

«L'attentato è il demone delle utopie liberali»: così suona un'affermazione di questo libro che avanza una suggestiva interpretazione della «ragione paranoica» che guida gesti e pensieri degli attentatori nell'epoca delle democrazie liberali. L'entrata in scena della figura dell'attentatore ha di certo una storia millenaria.

Pepa. Il gioco dei sentimenti.pdf

Droni DIY. Il manuale per hobbisti e maker.pdf

Elementare, Matsuda! I «manga» polizieschi tra tradizione letteraria e cultura contemporanea.pdf

La corruzione spiegata ai ragazzi che hanno a cuore il futuro del loro paese.pdf

Viaggio nel tempo con Uriel.pdf

Ester.pdf

P. P. P. Il mondo non mi vuole più e non lo sa.pdf

La paura, la noia, la rabbia. Contenimento, regolazione, trasformazione delle emozioni nei percorsi delle comunità terapeutiche.pdf

Uomo.pdf

Tarzan delle scimmie.pdf

«Res furtivae». Contributo allo studio della circolazione degli oggetti furtivi in diritto romano.pdf

1946. La nascita della Repubblica.pdf

La fantastica Bibbia dei bambini. Ediz. illustrata.pdf

Rettangolo come... I minilibri. Ediz. a colori.pdf

Lettura e ritardo mentale. Curricoli, programmi e strategie di interevnto.pdf

Nel buio ci vedo con le orecchie. Ediz. illustrata.pdf

Forza Torino! Una vita in granata.pdf